Zedda, nessun rimpasto in giunta. Sardegna Pulita: favorito solo il Pd.

di Giovanni Dore

La nostra non è una “polemica”. Abbiamo solo fatto una proposta di 5 profili di grande qualità tecnica per contribuire a migliorare le competenze della giunta.
Il Sindaco ha fatto un’altra scelta di “continuità” che accontenta anche il PD in ragione del recente successo elettorale delle europee.
Ne prendiamo atto, evidenziando che il nostro gruppo non avrà quindi più responsabilità esecutive (ma solo propositive) e speriamo che l’assessore Loi, al quale rivolgiamo il nostro sentito “in bocca al lupo”, possa portare a termine il duro lavoro fatto dall’Assessore Leo, con la collaborazione del suo segretario (ingegnere esperto di servizi tecnologiche, con esperienze universitarie anche all’estero) Marco Isola.

***

I compiti dell’assessore dimissionario Pierluigi Leo vanno alla Loi, ma è polemica aperta in maggioranza.

Comune di Cagliari, riordino tra le deleghe assessoriali della Giunta Zedda, dopo le dimissioni di Pierluigi Leo, presentate lo scorso 30 maggio, non subentra nessun nuovo assessore: a svolgere i suoi compiti sarà Anna Paola Loi, già assessore al Personale dopo il rimpasto di dicembre. Ma la novità, annunciata oggi dal sindaco in Consiglio comunale, non è stata accolta in modo positivo dal gruppo del centrosinistra, Sardegna Pulita, che di fatto ha sostituito quello di Italia dei Valori, di cui Leo faceva parte. “Una decisione che va in favore del Pd”, è l’accusa al sindaco Zedda. La polemica di Sardegna Pulita.

“Nelle scorse settimane e con la massima discrezione che ci contraddistingue – precisa il capogruppo Dore – abbiamo proposto al sindaco una rosa di ben 5 professionisti di massima serietà che, sicuramente, avrebbero potuto portare a termine il bando per la raccolta dei rifiuti ‘porta a porta’, e gestire al meglio le criticità che il nuovo servizio creerà nella prima fase operativa. Prendiamo atto che il sindaco ha preferito fare altra scelta, anch’essa di sicuro valore, ma politicamente orientata verso il gruppo Pd. E’ noto che a noi interessano i risultati e non certo le “appartenenze” quindi ci auguriamo soltanto che il minor numero di assessori in giunta non comporti un rallentamento dell’azione amministrativa, proprio nel momento in cui si deve “correre” per arginare la crisi che attanaglia i cittadini”.

Gli fa eco il collega di partito, Ferdinando Secchi. “Ritenevamo che il sindaco – aggiunge Secchi – avrebbe preso in considerazione il risultato elettorale conseguito dal nostro gruppo e gli ottimi quozienti elettorali conseguiti dai componenti di Sardegna Pulita (presenti nella lista Rossomori) alle ultime regionali nel collegio cagliaritano, ma confidiamo di poter dare un ulteriore contributo in questa maggioranza a prescindere dalle nomine. Il patto dei sindaci da noi proposto ha dato il via allo studio del Paes oggi approvato dal consiglio e tante altre iniziative proposte negli scorsi mesi attendono di essere attuate in tempi rapidi “.

da CASTEDDU ONLINE (F.Lai)

(1473)

One thought on “Zedda, nessun rimpasto in giunta. Sardegna Pulita: favorito solo il Pd.

  1. Sardegna Pulita aspettava la delega Accettano la scelta del sindaco, ma a malincuore.

    I due consiglieri comunali del gruppo “Sardegna Pulita” (Giovanni Dore e Ferdinando Secchi) prendono atto dell’attribuzione all’assessore al Personale Anna Paola Loi della delega dell’Ambiente e igiene del suolo, «augurando alla stessa di poter proseguire nel grande ed oscuro lavoro fatto dall’assessore uscente Pierluigi Leo, che ha portato a compimento la predisposizione del bando e l’indizione della gara per la raccolta rifiuti e la pulizia della città negli anni a venire», ma tengono a fare delle precisazioni.

    «Nelle scorse settimane», precisa il capogruppo Dore, «abbiamo proposto al sindaco una rosa di 5 professionisti di massima serietà che, sicuramente, avrebbero potuto portare a termine il lavoro e gestire al meglio le criticità che il nuovo servizio creerà nella prima fase operativa. Prendiamo atto che il sindaco ha preferito fare altra scelta, anch’essa di sicuro valore, ma politicamente orientata verso il gruppo Pd». A “Sardegna Pulita” «non interessano i risultati e non certo le appartenenze», quindi Dore e Secchi si augurano «soltanto che il minor numero di assessori in Giunta non comporti un rallentamento dell’azione amministrativa, proprio nel momento in cui si deve correre per arginare la crisi che attanaglia i cittadini».

    Secchi: «Ritenevamo che il sindaco avrebbe preso in considerazione il risultato elettorale conseguito dal nostro gruppo, ma confidiamo di poter dare un ulteriore contributo in questa maggioranza a prescindere dalle nomine».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>