Una mozione contro il nucleare.

Consiglio comunale.

Cagliari territorio denuclearizzato.

Un cartello contenente questa scritta, all’ingresso della città non c’è perché in Municipio nessuno ha mai pensato di scrivere una dichiarazione formale. Lo sollecitano ora i consiglieri Secchi, Dore, Andreozzi, Ghirra, Lobina, Petrucci e Montaldo, che hanno depositato una mozione in cui chiedono a sindaco e Giunta di dichiarare il territorio cittadino «contrario alla produzione di energia nucleare».

I consiglieri che hanno firmato il documento ricordano che, in virtù del referendum del 1987, l’Italia è stato il primo paese tra i più industrializzati a uscire dal nucleare. La dichiarazione chiesta all’esecutivo, secondo la mozione, dovrebbe portare al divieto non solo di installare centrali a energia atomica, ma anche la creazione di siti di stoccaggio, anche temporanei, per i rifiuti radioattivi derivanti dalla produzione di energia nucleare. La mozione chiede ancora di più: che siano vietati su tutto il territorio comunale il trasporto e il transito di sostanze radioattive.

da L’UNIONE SARDA

(1115)

One thought on “Una mozione contro il nucleare.

  1. Pingback: Ok dell’aula: Cagliari comune denuclearizzato. |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>