Rivoluzione Civile una speranza per l’Italia ?

    da Giovanni Dore

    Lo scorso mese di novembre chiedevo una scossa all’IDV per evitare di imboccare un vicolo cieco. Tra le varie questioni segnalavo  la necessità di un rinnovo di tutti gli organismi, di un recupero dello spirito originario del movimento verso un’unità progressista e la celebrazione di primarie per la scelta dei candidati al prossimo parlamento.

    Come si è evoluta la situazione è cosa nota. In particolare la speranza di un recupero delle alleanze di tutto il centrosinstra, persino dopo il passo indietro di Di Pietro e gli appelli di De Magistris ed Ingroia, è stata rifiutata dall’ala settaria del PD (e per ora ignorata dal suo segretario e candidato premier, probabilmente su imput di “Re Giorgio” che già sogna un’alleanza post elettorale Bersani/Monti, se non Monti / Bersani).

    Ora sta nascendo la Lista Rivoluzione Civile , partendo dai 10 punti del manifesto “ Io ci sto “ con lo scopo di riaffermare i diritti della Costituzione Italiana e riportare equità e senso civico nella politica italiana.

    La lista, con piena adesione dei partiti che vi stanno aderendo, sarà completamente aperta ad esponenti della società civile, anche privi di esperienza politica, purchè autorevoli, stimati e di specchiata onestà e coerenza.

    Alcuni giorni fa, su stimolo di tanti amici che mi hanno convinto, ho presentato  il mio C.V. per una eventuale candidatura alle prossime elezioni politiche . Questa candidatura (come riportato negli articoli dei giornali on line qui sotto) è stata appoggiata dai vari coordinamenti della provincia di Cagliari, unitamente a quella di altri tre iscritti all’IDV, Antonio Guerrieri, Giulio Lobina e Tamara Casu.

    E’ possibile che una di queste 4 candidature venga scelta per un posto avanzato nella lista Ingroia . Noi avremmo preferito fare delle primarie vere, ma il tempo non lo consente. Va tutto così velocemente che intendiamo stare tranquilli ed uniti qualsiasi siano le decisioni assunte, purchè scevre da compromessi e scelte “al ribasso”.

    Ci auguriamo però che i ns. valori, quelli per cui Io, Antonio, Giulio, Tamara e tanti altri amici dell’IDV abbiamo combattuto per tanti anni, nelle piazze, nelle istituzioni e nel nostro contesto sociale e familiare (mentre altri umiliavano i nostri sforzi e si arricchivano indebitamente sotto il vessillo dello stesso partito), abbiano concretamente la possibilità di essere rappresentate nel prossimo Parlamento.

    E’ presto per fare delle valutazioni, ma l’aspettativa, non solo nostra, ma di tutto il paese è tanta per capire se, veramente, possa iniziare una Rivoluzione Civile .

    Giovanni Dore

    ***

    L’Idv propone a Ingroia una rosa di candidati: ecco i nomi scelti in città.

    L’Idv propone a Ingroia, ecco una serie di proposte di rinnovamento per le candidature di Camera e Senato: giovani, con buoni curricula ed impegnati in politica e nel sociale.

    Il coordinamento provinciale di Cagliari dell’Italia dei Valori, riunito in seduta congiunta con i coordinamenti cittadini di Cagliari, Monserrato, Selargius ed i responsabili territoriali di Quartu S.Elena, Sestu, Assemini, San Sperate, Capoterra, Quartucciu, Sinnai e Dolianova, dopo ampia discussione, all’unanimità, ha deciso di proporre una rosa di possibili candidati composta da: Canu Patrizia (Avvocato e consigliere della Municipalità di Pirri) Dore Giovanni (Avvocato e Capogruppo in Consiglio a Cagliari) Casu Tamara (funzionario dell’agenzia del territorio) Guerrieri Antonio (ufficiale della guardia di finanza) Mori Tiziana (laureata in giurisprudenza ed impegnata del sociale) Isola Marco (ingegnere elettronico) Lobina Giulio (laureato in giurisprudenza, amministratore di sostegno e consigliere comunale di Sinnai) per le liste elettorali di Camera e Senato, con la precisazione che trattasi di nominativi di soggetti giovani e impegnati nella società civile e che prestano attività politica per spirito di servizio. Con l’auspicio che, all’interno della lista Rivoluzione Civile per Ingroia venga data ampia rappresentanza alla provincia ed alla città di Cagliari e che, almeno ad uno dei citati rappresentanti sopra indicati di espressione dell’Italia dei Valori, in virtù delle battaglie politiche e per la legalità condotte negli anni passati, venga garantito un posto in lista idoneo per poter concretamente aspirare all’elezione in una delle due Camere di prossima formazione.

    da CASTEDDU ONLINE

    ***

    12 Gennaio 2013

    Idv sarda sostiene la lista Ingroia: ecco i candidati.

    Cagliari chiede almeno uno dei suoi “designati” per la lista Rivoluzione civile. Partita aperta fra Dore, Lobina e Casu. 

    Il coordinamento provinciale di Cagliari dell’Italia dei Valori – riunito in seduta congiunta con i coordinamenti cittadini di Cagliari, Monserrato, Selargius ed i responsabili territoriali di Quartu Sant’Elena, Sestu, Assemini, San Sperate, Capoterra, Quartucciu, Sinnai e Dolianova-  dopo un lungo confronto ha stabilito la rosa di possibili candidati per le liste elettorali di Camera e Senato.

    L’Idv, che sosterrà la lista Ingroia, propone per Rivoluzione civile solo giovani, impegnati nella società civile che “prestano attività politica per spirito di servizio”. In un primo momento, la rosa era stata composta da sette possibili candidati: Patrizia Canu, Giovanni Dore, Tamara Casu, Antonio Guerrieri, Tiziana Mori, Marco Isola e Giulio Lobina.

    Oggi a Santa Giusta, a seguito di un accordo tra i “designati” da 7 sono rimasti in 3 (DoreLobinaCasu). Quello che chiedono è di avere uno spazio (non da capilista) ma con una qualche possibilità di elezione in caso di buon successo elettorale della lista.

    da CAGLIARIPAD

    (1856)

      Lascia un Commento

      L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      *

      È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>