Lo scippo dell’ultima tranches dei fondi regionali: “detto-fatto”.

di Giovanni Dore

Durante la campagna vi avevo avvertito che, sotto la leggina dell’abolizione dei fondi dei gruppi regionali (L.R. 2/2004), si nascondeva la “furbata” dell’art. 10 che consentiva ai medesimi di “elargire” quelli non spesi (c.ca 2 milioni di euro) ad una qualsiasi onlus o associazione a propria scelta e avevo anche detto che la mia prima proposta di legge – in caso di elezione – sarebbe stata finalizzata a cancellare tale scempio, a desitare le somme “risparmiate” al capitolo sulle politiche del lavoro ed a prevedere la costituzione di parte civile “automatica” dell’amministrazione regionale per questioni attineneti a reati di peculato (leggi post).

Ieri ho letto con interesse (e, nonostante tutto, stupore) l’intervista rilasciata a SardiniaPost (leggi) dal capogruppo dei riformatori Dedoni che ammette che con detti fondi sono state “beneficiate” associazioni amiche e non nega che, tra queste, ve ne sia persino una “seguita” da un consigliere suo collega di gruppo (“Non conosco la cosa. Non è che andavo a chiedere… Ripeto: le decisioni le prendeva il gruppo, collegialmente”).

Nel frattempo, a seguito della “solita” inchiesta, è risultato che non tutti i gruppi abbiano “elargito” le rimanenze allo stesso modo. C’è chi ha restituito somme ingenti (il PDL ben 700 mila euro), chi qualche bricciola (SEL 20 mila euro), ma nel complesso le somme recuperate “spontaneamente” ammonterebbero a c.ca 1,5 milioni di euro (leggi) ).

Il recupero del “residuo” invece, anzichè con atti di “buona” politica, rischia di essere lasciato, ancora una volta, all’attività della magistratura, con ulteriore discredito della ns. classe dirigente (che investe tutti e non solo i “colpevoli”).

Pertanto, mi chiedo perchè nessun “nuovo” consigliere abbia portato avanti la proposta che avevo fatto io e perchè partiti che tanto avevano “agitato” la questione morale in campagna elettorale abbiano perso ogni capacità di proposta dopo aver ottenuto qualche scranno.

Tali domande che restano senza risposta, ma le arcinote vicende di Don Abbondio ed una ripassata al Principe di Macchiavelli qualche indizio ce lo possono fornire.

Noi da qui, piccolini ed umili, continueremo a vigilare e commentare.

(3315)

One thought on “Lo scippo dell’ultima tranches dei fondi regionali: “detto-fatto”.

  1. Abbiamo vigilato male e commentato troppo. Non sarebbe ora di fare qualcosa di piu’ concreto? Stanno accadendo 3 cose gravissime: 1) stanno beffeggiando la magistratura; stanno prendendo i cittadini per idioti; stanno sottraendo risorse importanti per lo sviluppo. La debbono smettere e basta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>