Causa persa, il Comune pagherà 740mila euro.

Consiglio

I cagliaritani pagheranno 740 mila euro per una causa persa. Lo ha denunciato ieri in Consiglio comunale Giovanni Dore, del gruppo Sardegna Pulita. Tutto nascerebbe da una disdetta mandata (fuori termine) dal Comune nel 1990 alla ditta che gestiva il servizio rimozioni.

Quest’ultima, ha detto il consigliere, «ha giustamente chiesto e ottenuto il risarcimento del danno, senza che nessuno – in 24 anni – abbia avuto il coraggio di prendersi la responsabilità di versare il dovuto, evitando almeno gli interessi e le spese (circa 320 mila euro complessivi)».

Dore ha chiesto al sindaco e alla giunta «di procedere a una ricognizione urgente di tutti i contenziosi in essere sopra un certo importo, al fine di individuare delle linee di condotta per evitare casi di questo tipo.

In un momento di crisi come quello attuale, veder andare in fumo denaro pubblico per sciatteria è estremamente umiliante per chi si ripromette di svolgere ruoli politici nell’interesse dei cittadini».

da L’UNIONE SARDA

(770)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>